Lo street artist italiano Blu cancella i murales "Brothers" e "Chain", le sue opere più importanti presenti a Berlino

Una colata di vernica nera, laddove c’erano "Brothers" e "Chain", due enormi murales del celebre street artist italiano Blu, che dal 2008 presidiavano Cuvrystraße, a Kreuzberg, non distante dalla Sprea, fra gli angoli più conosciuti e frequentati di Berlino. Dietro alla "censura" pare ci sia la mano dello stesso artista, che avrebbe cancellato la sua opera in polemica con la speculazione edilizia della zona di Kreuzberg, Berlino Ovest. Nella notte tra giovedì e venerdì infatti, grazie a due autogru, sono stati interamente coperti i due murales: Chains, che rappresenta il mezzobusto di un uomo intento a sistemarsi la cravatta con con due costosi orologi a mo’ di manette; e Brothers, realizzato con il writer Jr, completato nel 2007 e rappresentante due uomini intenti a sollevarsi a vicenda una maschera, metafora di Berlino Est e Ovest. Le due opere erano considerate tra le più belle dell’ex quartiere operaio berlinese ed erano visitate ogni anno da numerosi turisti. Blu pare abbia deciso di coprire i suoi graffiti contro la decisione di avviare nell'area la costruzione di 250 appartamenti con supermercato, asilo e terrazza prospiciente il fiume Sprea. Blu avrebbe coperto le sue opere affinché non fossero usate come pretesto per conferire valore economico agli alloggi che si affacciavano su di esse. Segnalato dal quotidiano britannico The Guardian come uno dei 10 miglior street artist in circolazione, Blu ha già visto i suoi graffiti volatilizzarsi, a Bologna, nella casetta all’inizio del ponte di San Donato, così come Oltreoceano, al Museo di arte contemporanea di Los Angeles, dove non erano piaciute le sue banconote che coprivano dei feretri al posto della classica bandiera d’onore. 

 

street-art-in-berlin-blu-4

Ultim'ora

100 opere tra le rovine archeologiche del Palatino
Fino al 29/10, la mostra "Da Duchamp a Cattelan. Arte contemporanea sul Palati
L'altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2018
Oltre duecento scatti e libri di originali fotografe italiane dalla met
Biennale di Architettura di Venezia 2018: il dono dello spazio
La Mostra Internazionale di Architettura 2018: il dono dello spazio   L
Gruppo esperienziale. Un modo di dialogare con l’opera di Cesare Tacchi
"Gruppo esperienziale Un modo di dialogare con l’opera di Cesare Tacchi" con

Newsletters

Name:
Email:
Mailing Lists:
ArtWireless
Nazione
Autorizzo trattamento dati personali

ArtEconomy - Il Sole 24 ORE

ArtEconomy ArtEconomy - Il Sole 24 ORE
  • Dal 1995 sono 12 i passaggi in asta, percentuale di venduto 50%. Diplomatosi nel 1985 all’École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi risiede a Berlino dal 1999 al 2000. Si dedica al cinema, al teatro, all’arte visiva, con cui rivive passioni e avventure (è stato in Antartico con ...

  • Direttore: Fondata nel: Città:

  • In questi giorni si è conclusa la 28ᵃ edizione di London Art Fair, un appuntamento dedicato all'arte moderna britannica e al contemporaneo. Alla fiera hanno partecipato 126 gallerie provenienti in parte dal Regno Unito e in parte dall'estero. Gli ...