I disegni della Biblioteca Apostolica Vaticana in mostra per le celebrazioni del 350° anniversario della morte di Francesco Borromini

Curata da Alessandra Rodolfo, la mostra si inserisce nel quadro delle Celebrazioni per il 350° anniversario dalla morte di Francesco Borromini, emblematico esponente dell’arte barocca e inquieto architetto, dapprima collaboratore del Bernini e poi suo acerrimo rivale, coinvolto in una competizione tanto accesa che lo avrebbe portato, insieme ad altri fattori, all’estremo atto del suicidio nel 1667.
Le attività celebrative, promosse dall’azione congiunta dell’architetto Paolo Portoghesi –grande esperto sulla figura di Borromini – Musei Vaticani, Accademia Nazionale di San Luca e dalla Facoltà di Architettura della Sapienza Università di Roma, si svolgono con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e con la partecipazione del MAXXI e dell’Istituto Svizzero di Roma. Costituiscono la mostra numerosi prestiti provenienti dalla Biblioteca Apostolica Vaticana, ricca fonte di documenti e disegni del grande artista, soprattutto inerenti all’attività degli anni del pontificato di Innocenzo X Pamphilj, suo grande committente. Tra i disegni è possibile ammirare il progetto della Fontana dei Fiumi di Piazza Navona, il progetto di Palazzo Pamphilj e alcuni schizzi per i lavori di restauro della Basilica di San Giovanni in Laterano e della Basilica di San Paolo fuori le Mura, voluti dal pontefice per l’Anno Santo del 1650.
A celebrare il grande artista, uno dei protagonisti del Seicento romano, sono state ideate numerose iniziative, tra cui un convegno internazionale tenuto in tre giorni in tre diverse sedi (Accademia di San Luca, Musei Vaticani e facoltà di Architettura della Sapienza) e una messa a tre cori nella chiesa borrominiana di Sant’Ivo alla Sapienza. In programma anche visite, lezioni e letture organizzate dalla Sapienza e giornate di studio al MAXXI sul rapporto tra il genio di Borromini e l’architettura moderna, per cui sono previsti gli interventi di numerose archistar tra cui Fuksas, Isozaki e Frank O. Gehry.

Ultim'ora

TESTIMONI DEI TESTIMONI. RICORDARE E RACCONTARE AUSCHWITZ
A seguito di un viaggio della memoria ad Auschwitz, centro del devastante Oloc
Tre giorni di festa per Matera Capitale Europea della Cultura
Dopo il lungo countdown partito dal giorno della designazione di Capitale Euro
Il classico si fa pop. Di scavi, copie e altri pasticci
Quella dell'atelier di Giovanni Trevisan (1735-1803), detto il Volpato, è una
BENI CULTURALI ECCLESIASTICI, TUTELA E PROTEZIONE TRA PRESENTE E FUTURO
    "Beni culturali ecclesiastici, tutela e protezione tra presente

Newsletters

Name:
Email:
Mailing Lists:
ArtWireless
Nazione
Autorizzo trattamento dati personali

ArtEconomy - Il Sole 24 ORE

ArtEconomy ArtEconomy - Il Sole 24 ORE
  • Dal 1995 sono 12 i passaggi in asta, percentuale di venduto 50%. Diplomatosi nel 1985 all’École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi risiede a Berlino dal 1999 al 2000. Si dedica al cinema, al teatro, all’arte visiva, con cui rivive passioni e avventure (è stato in Antartico con ...

  • Direttore: Fondata nel: Città:

  • In questi giorni si è conclusa la 28ᵃ edizione di London Art Fair, un appuntamento dedicato all'arte moderna britannica e al contemporaneo. Alla fiera hanno partecipato 126 gallerie provenienti in parte dal Regno Unito e in parte dall'estero. Gli ...